LA BISBETICA DOMATA
Comune Assisi
Teatro Studio Assisi
Pro Civitate

Prologo

Cristoforo Sly, arranca faticosamente fuori dalla taverna accasciandosi su di un pagliericcio, ormai ubriaco.
Viene notato da un ricco signore che, invogliato dal soggetto cosi biasimevole, decide di predisporgli uno scherzo. Lavato, profumato, vestito di nobili indumenti, con al suo servizio schiere di servi, lo trasforma in un nobile e ricco signore. Arriva nel frattempo una brigata di commedianti che, asserviti dal Nobile, mettono in scena "La bisbetica domata" come lustro e diletto per il nuovo "ospite".

La Commedia
Padova 1500. La vicenda si svolge attorno alla casa del nobile Battista Minola, il quale ha due figlie: la maggiore, Caterina, la "bisbetica", che nessuno chiede in moglie, e la minore e dolce Bianca. Battista ha deciso che Bianca non potrà sposarsi finchè non avrà trovato marito la sorella maggiore. I pretendenti di Bianca cercano allora un marito per Caterina trovandolo nel veronese Petruccio, che, attratto dalla dote della fanciulla, non si lascia per nulla spaventare dal tremendo carattere di lei. Avviene anzi un comico corteggiamento in cui Petruccio insiste nel acuire grazie e dolcezze nelle cattive risposte e nei maltrattamenti riservatigli da Caterina. Petruccio riesce a portare all'altare Caterina e, sia nella cerimonia nuziale, sia in casa di Battista, sottopone la moglie a scherzi e sberleffi e prese in giro, tanto da essere lei stessa la vittima della sua aggressività. La conduce poi nella propria casa in campagna dove continua ad infliggere alla moglie smacchi e umiliazioni, privandola del cibo e del sonno, gettando la colpa sui servi che non recano degno servizio alla bella moglie. Tornati alla casa del padre, al banchetto che suggella il lieto fine di tutti gli amori, gli sposi scommettono su quale delle loro mogli sia la più docile e Petruccio vince la sua scommessa per merito di Caterina; la battaglia dei sessi è ormai alla fine: l'amore profondamente combattuto di Petruccio e Caterina, risulta quello piu vero e "pulito" a dispetto degli altri matrimoni letteralmente "combinati"  dalle famiglie.

TEATRO STUDIO ASSISI
Laboratorio teatrale aperto

Dopo una principale sceneggiatura di Rossana Gaoni per poi passare ad una rielaborazione più specifica di Marcello Filippucci e dopo i successi del 2012 al teatro del Monte Frumentario in Assisi, si è deciso di riproporre come spettacolo di punta dell'Associazione, questa classica edizione del capolavoro di shakespeariano. Reinterpretata e corretta sia tecnicamente che strutturalmente: lo scopo è quello di esportare e divulgare il lavoro anche fuori dal teatro locale rendendo fruibile ad un pubblico più vasto il profondo lavoro svolto.

 
 
Personaggi Prologo
CRISTOFORO SLY
Calderaio 
Girolamo Sciarrini
Girolamo Sciarrini
OSTESSA
Taverniera

Francesca Sciamanna
SIGNORE
Nobile 

Walter Betti
 
 
CAPOCCIA
Un servo
VINCENZO
vecchio gentiluomo pisano

Ismaele Arnone


PAGGIO MEO

Un servo

Gregorio Marcelli



SERVA 


Cecilia Fronza
 
 
La commedia

NUTRICE

Balia
federica
Federica Ascioti


SERVA

cristina
Cristina Bastianini
LUCENZIO
figlio di Vincenzo,
innamorato di Bianca 

Giuseppe Brizi
 
 
ORTENSIO
corteggiatore di Bianca

Carlo Menichini
BATTISTA
ricco gentiluomo di Padova

Enrico maccabei
TRANIO
il domestico di Lucenzio

Matteo Magna
 
 
BIANCA
dolce figlia di Battista

Chiara Buzzi
GRUMIO
Servo di Petruccio

Andrea Petrozzi 
CURTIS
domestici di Petruccio 

Marco Mammoli   
 
 
VEDOVA
moglie futura di Ortenzio

Annalucia Fuso

SERVA


Giulia Migliosi

SARTO


Tiziano Proietti
 
 
PETRUCCIO
gentiluomo di Verona
corteggiatore di Caterina
Francesco
Francesco Scilipoti

CATERINA

la Bisbetica
Chiara
Chiara Scilipoti





Staff Tecnico
Adattamento Grafico

Tiziana Borsellini e Anna Piccotti
Audio e Luci

Simone Marcelli





Regia

Marcello Filippucci
 
 
 
 


COSTUMI

Daniele Gelsi
 

Assisi   -    Teatro della Procivitate Christiana - 15 marzo 2014
per info e prenotazioni CLICCA QUI
 
 


Biglietti
€ 10 intero
€ 8 ridotto